Foto Matrimoni.

Amo i reportage e credo che sia il modo migliore per raccontare un evento perché tutto si costruisce passo dopo passo e perché non è importante la meta, ma il percorso che si compie. Anche il matrimonio può essere uno di quegli eventi.

E’ un reportage di una giornata infinita in cui accadono tante cose e in cui ci sono così tante persone, luoghi e dettagli da immortalare. Solitamente in questi momenti lavoro insieme con un altro fotografo per seguire, ad esempio, anche il momento della vestizione nelle case degli sposi. Quello forse è il momento di massima tensione in cui probabilmente una persona estranea può risultare anche di troppo.

Per questo motivo entro in casa in punta di piedi. La mia macchina fotografica è con me, ma non deve subito scattare. La cosa importante è che in quel momento ci si abitui alla mia presenza, mai invadente.

Il ricevimento, poi, è tutto in discesa. Non scatto foto ai tavoli perché trovo che siano momenti sempre troppo statici e quasi plastici. Piuttosto mi diverto con miniset fotografici divertenti e con uno stile che in America latina definiscono hora loca, il momento pazzo. Da sacche e bauli che porto da casa escono fuori foulard, cappelli, maschere, parrucche e bolle di sapone. Amici, sposi e familiari ricorderanno quel momento così colorato e “pazzesco” per tutta la vita.